domenica 9 agosto 2020

"Warrior Cats": il fumetto tratto dall'opera di Erin Hunter

  


"Warrior cats ~ L'avventura di Strisciagrigia" di Erin Hunter è il primo capitolo delle avventure a fumetti tratte dall'omonima saga fantasy che ha conquistato milioni di lettori in tutto il mondo. 


Strisciagrigia è un felino dal folto pelo grigio, caratterizzato da una striscia più scura lungo la spina dorsale, da cui prende il nome. 
Un tempo viveva nella foresta, era un gatto guerriero, orgoglioso membro di un gruppo affiatato di gatti combattenti: il clan del tuono. 
Era un gatto libero, che dormiva sotto le stelle e cacciava per nutrirsi, sentendosi un perfetto ingranaggio del delicato meccanismo che armonizza la natura.
Un giorno però degli umani hanno invaso il territorio del suo clan e abbattuto la sua casa. 
Hanno catturato tutti i gatti che non sono riusciti a sfuggire, dandoli in adozione presso alcune famiglie umane di un centro cittadino. 

Mentre aiutava alcuni compagni a fuggire, Strisciagrigia è stato catturato, ed ora vive in una casa dove è viziato e coccolato. La loro abitazione è piuttosto calda e spaziosa. Strisciagrigia non può certo dire di star male, ma non ama la vita casalinga. 
Detesta un'esistenza eccessivamente tranquilla e mal tollera i cuccioli umani che cercano di impartirgli ordini o coinvolgerlo con giochi stupidi. 
Lui è un gatto guerriero, e un forte richiamo lo attira verso la foresta, alla quale desidera fare ritorno. Tuttavia non sa quale strada prendere, poiché la città è lontana, rumorosa e ricca di pericoli a lui del tutto sconosciuti. 
Avrebbe bisogno dell'aiuto di qualcuno che conosca bene la zona e possa illustrargli tutti gli ostacoli, spiegandogli come evitarli. Ma su chi potrebbe mai contare? Essendo l'ultimo arrivato, i vari gatti del quartiere non lo vedono di buon occhio, e nessuno sembra disposto a "dargli una zampa".
Il destino permette tuttavia a Strisciagrigia di incontrare Milly, una gatta domestica gentilissima, che si affeziona a lui e decide di aiutarlo, conducendolo sino ai confini della città.
Strisciagrigia si trova bene con lei, è una gatta sveglia ed intelligente. Vorrebbe chiederle di partire con lui. Ma Milly sarà disposta ad abbandonare la vita domestica, una vita che la rende felice, per seguire l'incerto percorso di Strisciagrigia, ed iniziare una quotidianità in cui ogni giorno diventa un'avventura e ciascun pasto va cacciato e conquistato? 

Sorprendentemente, Milly, sceglie di seguirlo, e i due iniziano un lungo viaggio alla ricerca del clan del tuono.



Strisciagrigia è il protagonista di questa graphic novel. È un gatto irascibile, che non si rassegna alla vita domestica. Nel suo cuore sa che desidera la libertà, e vuole riconquistarla a tutti i costi, anche se abbandonare la sua nuova casa significa voltare le spalle ad una vita di comodità che dopotutto non gli dispiace completamente. 


Il viaggio di Strisciagrigia è metafora delle strade che conducono verso i sogni, strade che bisogna avere il coraggio di percorrere, lasciandosi dietro la comodità di una vita magari noiosa, ma certamente sicura e poco problematica.

Milly è una gattina molto coraggiosa: sempre gentile con tutti, è determinata e propensa all'apprendimento di nuove capacità. Strisciagrigia le insegna a cacciare e a battersi, attività che la gatta impara con entusiasmo e passione. 

Nonostante non possa provare nostalgia per il passato avventuroso che le narra Strisciagrigia, è affascinata dal suo racconto. Crede che la vita libera potrebbe renderla felice e decide di seguirlo, sebbene il viaggio presenti, sin dall'inizio, non poche difficoltà, che minano la sua convinzione iniziale.
Solo sostenendosi a vicenda e incoraggiandosi nei momenti di sconforto, i due gatti riusciranno a proseguire, fiduciosi di trovare il clan del tuono. Con la sua dolcezza, inoltre, Milly cerca sempre di mitigare il temperamento rissoso di Strisciagrigia, aiutandolo a diventare più maturo e riflessivo.
E, forse, fra i due nascerà anche un legame più forte di quello che unisce due semplici compagni di viaggio...


Durante il cammino, Strisciagrigia e Milly incontrano vari personaggi, che li aiutano oppure ostacolano il loro percorso. Scomprono così che non tutti gli umani sono cattivi, imparano ad aiutare il prossimo senza aspettarsi niente in cambio e a condividere ciò che possiedono. 

Un tema importante è la cura per l'ambiente, che l'uomo inquina e distrugge con cattiveria e senza rispetto, rendendo il mondo un luogo inospitale ed ostile per i piccoli e grandi animali che vi abitano.


Questo primo volume, con tre racconti delicati, dolci e adrenalinici permette ai lettori, attraverso le meravigliose e dettagliate tavole a colori di James L. Barry, di avvicinarsi all'avventuroso universo elaborato dalle autrici di Warrior Cats. È sicuramente una lettura che fa riflettere e sognare, imperdibile per chi ha letto la saga e anche per chi ama quei meravigliosi, raffinati animali che sono i gatti.


2 commenti:

  1. Ciao! Ma sembra bellissimo! Me lo segno assolutamente, prima o poi mi piacerebbe recuperarlo! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere averti convinta con la mia recensione :)

      Elimina