domenica 28 marzo 2021

"Casanova": una graphic novel Beccogiallo


"Casanova", graphic novel pubblicata dalla casa editrice Beccogiallo, è un'opera sceneggiata e illustrata da Ernesto Anderle, artista a tutto tondo, pittore, scultore e illustratore. 
L'autore gestisce le pagine Facebook "Vincent Van Love" e "Roby il pettirosso", dove pubblica frequentemente fumetti e disegni molto originali che hanno reso il suo stile e il suo nome molto noti e apprezzati. 
Con Beccogiallo ha pubblicato varie graphic novel, tra cui "Vincent Van Love" e "Raffaello".

La storia, lungi dall'essere una fedele ricostruzione storica, è un'interpretazione romantica del personaggio di Giacomo Casanova, con piacevoli sfumature fantastiche. 

Nella Venezia dei primi anni del 1700 vive Giacomo Casanova, giovane pieno di riaorse, ribelle alla società contemporanea. Vive la vita alla giornata, ed è noto 0er essere un sognatore e un libertino, incapace di resistere al fascino di una bella donna. Un giorno, incrociando gli occhi bagnati di lacrime di una ragazza bellissima, Bettina, se ne innamora perdutamente. 


È diversa da ogni altra donna abbia mai visto, e Casanova non esita, dopo quel primo incontro, a cercarla per mostrarle il proprio interesse, immediatamente ricambiato dalla ragazza ma ostacolato dalla sua famiglia, che l'ha promessa in sposa ad un uomo che non desidera. 
Casanova però non è tipo da arretrare dinanzi agli ostacoli: una sfida è più interessante, se non è semplice... 
Riuscirà a stare insieme a Bettina? 


Con le sue tavole acquerellate, l'autore riesce a trascinare il lettore in un'atmosfera sognante e delicata. 
La passione dell'autore per la pittura e la scultura si evince anche dalle vignette, che spesso fanno riferimento a famose opere scultoree o pittoriche, quali la chiara allusione a "Il ratto di Proserpina", uno degli esempi più significativi, oppure "Il bacio" di Klimt.


Sono presenti camei del personaggio più famoso di Anderle, Robi il pettirosso, che figura in copertina ma anche nella storia: l'uccellino, dotato di parola, è infatti il piccolo consigliere del fedele amico di Casanova, il nano Cherubino. 


L'opera restituisce l'immagine di un Casanova romantico innamorato di una donna ma soprattutto dell'amore, il quale vive l'attrazione che lo lega a Bettina come un sentimento autentico capace di innalzare il suo animo e purificare il suo cuore da ogni oscurità del mondo. 
Figure negative appaiono gli uomini che lo inseguono ingiustamente e le donne che non comprendono l'importanza dell'amore nella vita delle persone, ma cercano di limitarlo, costruendo attorno ad esso tabù che a Casanova sembrano eccessivi.

Bettina, obbligata a sposare un uomo che non ama, incontra al momento giusto Giacomo, che scorge in lei un animo insofferente alle regole proprio come il suo. Con lui, che ha una visione estremamente soggettiva della vita e dell'amore, la ragazza si concede il permesso di sognare e rifiutare il destino che il padre vorrebbe imporle, a costo di essere disprezzata agli occhi di tutti, pur di essere guardata e desiderata dall'unico sguardo che desidera su di sé. 


Emerge la personalità impetuosa di Giacomo, capace di qualsiasi cosa pur di tornare dalla sua amata Bettina, mai disposto ad arrendersi, sempre pronto a combattere pur di vivere una nuova avventura. Giacomo Casanova non ha nessuna paura: non teme nemmeno la morte, ma solo la noia, e insegue l'amore proprio per essere sempre animato da un brivido insopprimibile di vita. 

Nessun commento:

Posta un commento